Mastoplastica additiva

COS’È
L’ aumento del seno, chiamato anche mastoplastica additiva, consiste nel collocare dietro ogni mammella una protesi (impianto mammario) capace di aumentare il volume e migliorare la forma.

INDICAZIONI GENERALI
Sei una buona candidata per un intervento di mastoplastica additiva se presenti una o più delle seguenti condizioni:
•sei preoccupata di sentire il tuo seno troppo piccolo;
•una mammella è considerevolmente più piccola dell’altra;
•il tuo seno ha perso consistenza e volume dopo la gravidanza;
•una perdita eccessiva di peso ha modificato la forma e la misura delle tue mammelle; o
•il tuo seno , del quale eri orgogliosa, è “invecchiato” in questi ultimi anni.

L’ aumento del seno può essere effettuato ad ogni età purché lo sviluppo della ghiandola sia completo.

Il chirurgo esaminerà il volume e la forma delle tue mammelle, la qualità della pelle, la posizione dei capezzoli e delle areole, prenderà misure e farà foto che gli permetteranno di dare una oggettiva valutazione del risultato nel tempo.

Se il seno presenta anche una quantità eccessiva di cute oppure è pendulo, il chirurgo deciderà insieme a te l’opportunità di effettuare, contemporaneamente all’aumento mammario, anche un intervento che riesca a rimodellare e a sollevare la tua mammella (mastopessi).

L’INTERVENTO
L ‘intervento va effettuato in anestesia generale.
Verrai dimessa lo stesso giorno dell’operazione, e quindi avrai bisogno di qualcuno che ti accompagni a casa e che ti assista durante la prima notte.

Le incisioni per poter introdurre la protesi possono essere collocate in corrispondenza dell’attaccatura del seno (solco mammario), in prossimità dell’areola (la pelle pigmentata intorno al capezzolo) o all’interno del cavo ascellare; ciò dipende dal tipo di paziente e dalle preferenze del chirurgo.
Una volta fatta l’incisione verrà creata una tasca (o dietro la ghiandola mammaria o sotto il muscolo pettorale), nella quale sarà inserita la protesi.

CHE TIPI DI PROTESI SARANNO USATE?
Le protesi che più comunemente vengono usate in Europa sono quelle di silicone; più di due milioni e mezzo di donne sono portatrici di questo tipo di protesi e numerosi studi effettuati nei più autorevoli centri internazionali hanno affermato che gli impianti mammari di silicone non aumentano né il rischio di tumore né la possibilità di contrarre altri tipi di malattie.

Estetica Natural si avvale soltanto di protesi prodotte da aziende Leader nel settore che garantiscono la qualità e l’eccellenza dei loro prodotti.
Le protesi sono estremamente resistenti ed è raro che la rottura di un impianto mammario avvenga in seguito ad un trauma della parete toracica.

POST-INTERVENTO
Per alcuni giorni dopo l’operazione (specie se la protesi è stata collocata al di sotto del muscolo pettorale) avrai una sensazione di dolore come per uno “strappo muscolare”.

Ti verrà chiesto di limitare il movimento delle braccia, per i primi 10-15 giorni e di indossare uno speciale reggiseno per quattro settimane. Potrai riprendere la tua attività abituale in 7 giorni e l’attività sportiva in 30.

Se avrai figli e li vorrai allattare, lo potrai fare.

Tornerai dal tuo chirurgo a cadenze prestabilite nell’arco di un anno per valutare i progressi.

Ricordati che il rapporto col tuo chirurgo non finisce fuori dalla sala operatoria e che per qualsiasi cosa potrai rivolgerti a lui.

I NOSTRI ESPERTI DICONO …

La Mastoplastica Additiva è oggigiorno uno fra gli interventi più richiesti nella chirurgia plastica, sia per motivi di auto stima femminile, sia a causa di patologie di carattere corporeo che possono dare sin dalla giovane età problemi di relazionalità sociale.

Fra queste patologie si possono riscontrare una ipoplasia mammaria (seni troppo piccoli), la Sindrome di Poland (diminuito sviluppo di un lato del torace e della mammella), o una marcata asimmetria delle mammelle, o la presenza di seni tuberosi (cioè di forma conica allungata).

L’aumento del seno può essere eseguito già dopo terminata l’età dello sviluppo, ovverosia dopo i 16- 17 anni, pur se in questa età si potrebbe avere ancora l’insidia della poca e immatura conoscenza del proprio corpo.

L’età comunque in cui maggiormente viene richiesto l’intervento di Mastoplastica Additiva è quella dai 25 ai 30 anni costituendo il 35% delle pazienti operate mentre sono il 10% quelle comprese fra i 17 e i 25 anni, il 30% fra i 30 e i 40 anni, il 17% fra i 40 e i 50 anni e un 8% sopra i 50 anni.

L‘aumento dei seni con protesi di silicone non è assolutamente pericoloso per la salute, non ci sono inoltre interferenze con la diagnosi clinica o radiologica di qualsiasi patologia della mammella.

Le protesi attualmente in commercio sono di massima sicurezza e molto migliori rispetto a quelle di alcuni anni fa essendo migliorate soprattutto in tre caratteristiche:

1)la superficie di rivestimento esterna che è micro-rugosa e non più liscia, ottenendo cosi’ una netta diminuzione della possibilità di sviluppare una contrattura capsulare (intorno ad ogni impianto si forma una fina capsula fibrotica che se diventasse eccessiva potrebbe dar luogo ad un indurimento del seno);
2)lo stesso rivestimento è formato da tre strati di parete in grado di dare più robustezza alla protesi evitando rotture accidentali e rendendo impossibile la fuoriuscita del silicone;
3)infine ci sono oggi varie forme di protesi che meglio riproducono le linee naturali del seno, ad esempio quella chiamata “Anatomica”, avendo un aspetto a goccia, cioè con il polo superiore più basso dell’inferiore e una base non più rotonda ma lievemente allungata nell’asse verticale, o in quello orizzontale a seconda dei casi.

Grazie a queste nuove avvertenze e all’impiego di una tecnica chirurgica sempre migliore si possono ottenere dei risultati eccezionali e della massima naturalezza senza che ci si possa accorgere della presenza dell’impianto e senza cicatrici visibili, non vi sono inoltre problemi per una possibile lattazione né disturbi alla sensibilità del capezzolo.

Molto importante per conseguire un buon risultato è la scelta giusta del tipo di protesi e del tipo di tecnica chirurgica.

Inoltre è molto importante scegliere la misura giusta in base al desiderio della paziente, ma anche alla sua altezza, al volume del seno presente, alla sua consistenza, all’estensione del torace, alla muscolatura, ecc..

La collocazione sotto-muscolare dell’impianto, pur essendo più difficile da eseguire come intervento, è assolutamente preferibile poiché così la protesi è ben coperta anche dal muscolo Grande Pettorale e quindi risulterà molto morbida e non darà contorni anomali, oltre a diminuire la possibilità di una contrattura capsulare.

numero verde

Dove Siamo

Bologna
c/o Villalba Hospital
Via di Roncrio, 25
40136 Bologna - mappa